Logo Garda
Top

GardaTrek - Top Loop 2: Discesa verso il lago di Tenno

Riva del Garda, Tenno
Categoria
Difficoltà
Difficile
Durata
5:00
Durata in ore
Distanza
11.6
Distanza in km
Stato
chiuso
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec

Tappa di rifugio in rifugio, dal Nino Pernici a San Pietro, passando lungo le sponde del lago di Tenno e attraverso il borgo medioevale di Canale, tra i più Belli d'Italia. 

Questo tratto dell'itinerario si svolge quasi interamente in discesa: si snoda ai piedi delle bastionate rocciose del Monte Tofino, raggiunge il fondovalle nella zona di Tenno, belvedere sull'Alto Garda noto per i borghi medioevali, e risale poi le pendici del Monte Misone fino alla terrazza panoramica del rifugio San Pietro.

Si tratta di una tappa di grande impegno per la lunghezza, anche se leggermente meno faticosa della precedente. 
Lungo il percorso, fermatevi ad ammirare il colore intenso del lago di Tenno e a visitare il borgo medioevale di Canale di Tenno, inserito nel Club dei più Belli d'Italia. Ci sono anche diversi locali dove prevedere una sosta per ricaricare le energie. 

Da Canale, in poco più di un'ora si raggiunge il rifugio San Pietro, vero e proprio balcone affacciato sul lago di Garda e termine della tappa. 
Quest'ultimo tratto di sentiero si snoda tra boschi e castagneti su un'antica mulattiera. 

Il Sentiero della Regina SAT 445 tra il rifugio Pernici e il Monte Vender è spesso soggetto a valanghe: verificare lo stato del sentiero informandosi presso il gestore del rifugio Nino Pernici. Per questo è stata prevista una variante

Ulteriori informazioni e link utili
  • Per chi volesse concludere la tappa prima di arrivare al rifugio San Pietro: nelle vicinanze del parcheggio al lago di Tenno - punto di arrivo del sentiero SAT 445 - c'è una fermata dell'autobus. Attenzione! I collegamenti per Riva del Garda non sono molto frequenti. Info sugli orari
  • E' possibile anche tornare a piedi fino a Riva del Garda: dal parcheggio del lago, si imbocca la stradina alle spalle dell'ufficio informazioni (aperto in estate); alla croce si prosegue a destra fino in paese. Alla chiesa di Ville del Monte si prende la vecchia strada sterrata che porta a Tenno. Al termine della strada, si attraversa la statale e quindi il centro abitato. Di fronte all'Albergo Ristorante Antica Croce si imbocca il sentiero SAT 401, che termina con qualche gradino proprio a ridosso della statale nella frazione di Gavazzo. Facendo attenzione al traffico, si scende sulla strada principale fino al Ristorante Foci "Da Rita", dove è possibile prendere l'autobus per Riva del Garda. Oppure si prosegue a piedi verso Varone e da lì sulla ciclabile che porta a Riva del Garda.
  • Per chi volesse rientrare dopo il pernottamento al rifugio San Pietro:  dal rifugio seguire le indicazioni per il sentiero SAT 401. Arrivati a Gavazzo, è possibile prendere l'autobus fino a Riva del Garda o proseguire a piedi (vedi sopra).

Per ulteriori informazioni su percorsi, servizi trekking (guide, shop, rifugi ecc.) e alloggi a misura di sportivo: Garda Trentino - +39 0464 554444

 

Dati percorso
Difficile
Numero percorso
Lunghezza
11,6 km
Durata
5 h 00 min
Dislivello (+)
678 m
Dislivello (-)
1.305 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
1.715 m
Punto più basso
575 m
Consiglio dell'autore

D'estate è consigliata una sosta al lago di Tenno: prendetevi il tempo per una nuotata rigenerante nelle sua acque famose per il color turchese!

Il rifugio San Pietro, facilmente accessibile, è una delle mete più frequentate da ospiti e residenti del Garda Trentino. Il rifugio sorge sulle fondamenta dell'antico romitorio che accompagnava la piccola chiesetta tutt'ora esistente, di origine medioevale. Dalla terrazza si gode di una vista spettacolare sulla zona dell'Alto Garda.

Indicazioni sulla sicurezza

Il percorso pur non presentando particolari difficoltà tecniche richiede un buon allenamento ed è riservato ad escursionisti esperti,  in quanto sono presenti tratti fortemente esposti che richiedono attenzione.
In particolare il Sentiero della Regina SAT 445 tra il rifugio Pernici e il Monte Vender è spesso soggetto a valanghe durante la stagione invernale che lo rendono impraticabile fino ai lavori di ripristino. È bene verificare lo stato del sentiero informandosi presso il gestore del rifugio Nino Pernici o contattando in fase di programmazione la sezione SAT di Riva del Garda. In caso di necessità, è bene prevedere la discesa a Campi per il sentiero SAT 402 (Variante Garda Trek Loop 2), seguendo poi la traccia del Garda Trek - Medium Loop per raggiungere Canale di Tenno e di qui il rifugio San Pietro. 
Evitate in ogni caso questo sentiero in caso di maltempo per possibili fenomeni franosi nei canaloni che attraversa. 

Si raccomandano calzature e vestiario per escursione in ambiente alpino. Periodo consigliato giugno/metà ottobre.

 

Safety Tips

  1. Scegli itinerari in funzione delle tue capacità fisiche e tecniche, documentandoti sulla zona da visitare, sulla fruibilità dei sentieri e dotandoti di adeguata carta escursionistica.
  2. Provvedi a un abbigliamento ed equipaggiamento consono all’impegno e alla lunghezza dell’escursione e porta nello zaino l’occorrente per eventuali situazioni di emergenza e un kit di pronto soccorso.
  3. È consigliabile non intraprendere da soli un’escursione in montagna. In ogni caso lascia detto a qualcuno l’itinerario che prevedi percorrere, avvisando del tuo ritorno.
  4. Informati sulle previsioni meteo e osserva costantemente lo sviluppo del tempo.
  5. Nel dubbio torna indietro. A volte è meglio rinunciare piuttosto che trovarsi in difficoltà a causa del maltempo o per essersi cimentati con difficoltà di grado superiore alle proprie forze, capacità, attrezzature.
  6. Evita di uscire inutilmente dal sentiero e di prendere scorciatoie.
  7. Tutti i percorsi elencati si sviluppano in ambiente naturale. Percorrerli significa accettare il rischio della pratica di uno sport nella natura.

Le informazioni contenute in questa scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

Punto di partenza
Rifugio Nino Pernici - Bocca di Trat
Indicazioni

Dal Rifugio Nino Pernici si raggiunge Bocca Trat dove si prende il sentiero Sat 445. Il tracciato, detto il “Sentiero della regina”, taglia il versante  est del monte Tofino. Sentiero molto vario che alterna tratti in salita a discesa e pochi tratti pianeggianti, anche esposti. Dal Monte Vender si scende lungo il sentiero SAT 445 fino al lago di Tenno. Si costeggia il lago di Tenno prendendo il sentierino a destra, quindi si sale all'altezza del chiosco e si giunge al borgo medioevale di Canale di Tenno. Attraversato il borgo si prende il segnavia SAT 406 che conduce al Rifugio San Pietro dove si ha una bellissima vista panoramica sul lago di Garda.

Mezzi pubblici

Per questo percorso non è disponibile alcun servizio di trasporto pubblico.

Come arrivare

Accessi al rifugio Nino Pernici:

  • da Lenzumo m. 796 in Val Concei, per strada 7 km fino a malga Trat m. 1556, segnavia 403, poi per sentiero in 20 minuti; a piedi ore 2.15;
  • da Riva del Garda m. 73, segnavia 402, per S. Maria Maddalena m. 252, S. Giovanni m. 440, Pinza, Campi m. 672, rifugio Grassi m. 1055, malga Dosso dei Fiori m. 1355, Bocca di Trat m. 1581 - ore 4.15 (ore 1.30 dal rifugio Grassi, dove si arriva per strada di 14 km)

Scopri come raggiungere il Garda Trentino.

 

Dove parcheggiare

Non è possibile raggiungere il Rifugio Nino Pernici in auto. 

Il parcheggio disponibile più vicino si trova nei pressi di Malga Grassi in Località San Martino. 

Le escursioni in montagna richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come, ad esempio, un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per un trekking in montagna?

Nello zaino (per un'escursione giornaliera di norma si consiglia un 25/30L) è bene portare:

  • boraccia (1L)
  • snack (per esempio, frutta secca o cioccolato)
  • kit di pronto soccorso
  • giacca antivento
  • una maglia in pile
  • maglietta e calze di ricambio (possibilmente chiusi in un sacchetto di plastica)
  • indossate o almeno portate nello zaino un paio di pantaloni lunghi
  • cappellino
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti
  • fischietto per farsi rintracciare in caso di emergenza

 

Indossate calzature adatte al percorso ed alla stagione. Il piano di calpestio dei sentieri può essere irregolare o sconnesso ed un paio di scarponcini vi proteggerà dalle distorsioni. Un pendio erboso, una placca di roccia o un sentiero ripido, se bagnati, possono diventare pericolosi senza calzature adeguate.

Per finire... non dimenticate la macchina fotografica! Servirà per immortalare l'escursione e gli innumerevoli scorci mozzafiato che il Garda Trentino nasconde ad ogni angolo. Se poi volete condividere con noi i vostri ricordi potete usare l'hashtag #GardaTrentino

Il numero unico di emergenza è 112.

Tenno
Info Point Tenno
aperto
chiuso
info point
Canale di Tenno - Garda Trentino
Tenno
Canale di Tenno
borgo
Arco
Free Alp - Mountain Guide Service
aperto
chiuso
climbing guide
Arco
Arco Mountain Guide
aperto
chiuso
climbing guide
Arco
MMove into Nature
trekking guide
Riva del Garda
LOLgarda
aperto
chiuso
trekking guide
Ledro
Trentino Climb
aperto
chiuso
climbing guide
Arco
Mountime - Outdoor Adventures
aperto
chiuso
climbing guide
Torbole sul Garda - Nago
Canyon Adventures
aperto
chiuso
canyoning
Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
Vista su Castel Stenico dal BoscoArteStenico | © Archivio Garda Trentino (ph. M. Corradi), North Lake Garda Trentino
Difficile
Valle dei Laghi, Comano
Cammino di San Vili - Itinerario Alto
Distanza 92,7 km
Durata 40 h 00 min
Dislivello (+) 4.259 m
Dislivello (-) 5.596 m
Stato
aperto
Lago di Toblino | © Armin Huber, Garda Trentino
Difficile
Valle dei Laghi, Comano
Cammino San Vili - Itinerario basso
Distanza 107,6 km
Durata 35 h 00 min
Dislivello (+) 3.228 m
Dislivello (-) 4.553 m
Stato
aperto
Lungo il crinale di Cima Giochello | © G.P. Calzà ©APT Garda Trentino , Garda Trentino
Difficile
Riva del Garda, Ledro
GardaTrek - Top Loop 1: Da Riva del Garda al rifugio Pernici
Distanza 13,7 km
Durata 7 h 00 min
Dislivello (+) 1.822 m
Dislivello (-) 317 m
Stato
aperto
Vista dal Monte Altissimo | © Archivio Garda Trentino (ph. Watchsome), Garda Trentino
Difficile
Dintorni, Torbole sul Garda - Nago
GardaTrek - Top Loop 6: Nel Giardino d'Europa
Distanza 11,3 km
Durata 7 h 00 min
Dislivello (+) 1.839 m
Dislivello (-) 0 m
Stato
aperto
Panorama dalla cime del Biaina sul lago di Garda / Garda Trentino | © G.P. Calzà, North Lake Garda Trentino
Difficile
Dro & Drena, Arco, Tenno
GardaTrek - Top Loop 3: Una lunga discesa verso il fiume Sarca
Distanza 20,3 km
Durata 7 h 55 min
Dislivello (+) 1.418 m
Dislivello (-) 2.269 m
Stato
aperto
Pieve di Vigo Lomaso | © fototeca trentino sviluppo foto di G. Caproni, North Lake Garda Trentino
Medio
Tenno, Comano, Arco
Sentiero Frassati - Tappa 2
Distanza 23,3 km
Durata 8 h 40 min
Dislivello (+) 800 m
Dislivello (-) 1.219 m
Stato
aperto