Logo Garda
Top

GardaTrek - Top Loop 1: Da Riva del Garda al rifugio Pernici

Riva del Garda, Ledro
Categoria
Difficoltà
Difficile
Durata
7:00
Durata in ore
Distanza
13.7
Distanza in km
Stato
aperto
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec

Una spettacolare impennata di oltre 1600 metri, dalle sponde mediterranee del lago di Garda al crinale alpino che divide il Garda Trentino dalla Valle di Ledro.  

Con la prima tappa del GardaTrek si passa dall'atmosfera mediterranea del centro di Riva del Garda (65 m) all'ambiente alpino delle creste che portano, passo dopo passo, al rifugio Pernici (1600 m). L'itinerario parte subito con un tratto molto impegnativo sul sentiero SAT 418: bisogna infatti portarsi in quota, salendo le ripide pendici del monte Rocchetta. 

Questa tappa è caratterizzata poi dall'assenza di punti di appoggio e ristoro lungo il percorso. Si raccomanda quindi di munirsi di acqua e snack adeguati alla lunghezza dell'itinerario.  La fatica è però ricompensata da scorci mozzafiato su entrambi i versanti del crinale! 

Nei pressi del rifugio Pernici si trovano numerose trincee e testimonianze della Prima Guerra Mondiale: qui si snodava infatti la linea difensiva austriaca. Lo stesso edificio che oggi ospita il rifugio fu costruito all'epoca del conflitto per ospitare la mensa degli ufficiali. 

Ulteriori informazioni e link utili

Il Rifugio Nino Pernici è aperto tutti i giorni da fine aprile a metà ottobre. È consigliabile verificare comunque l'apertura sul sito del rifugio o contattando il gestore.

Per ulteriori informazioni su percorsi, servizi trekking (guide, shop, rifugi ecc.) e alloggi a misura di sportivo: Garda Trentino - +39 0464 554444 

Dati percorso
Difficile
Numero percorso
Lunghezza
13,7 km
Durata
7 h 00 min
Dislivello (+)
1.822 m
Dislivello (-)
317 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
1.794 m
Punto più basso
88 m
Consiglio dell'autore

Al rifugio Pernici dovete assolutamente assaggiare la polenta di patate: un piatto sostanzioso ideale per recuperare le forze dopo il trekking.

Per chi volesse rientrare a Riva del Garda dopo il pernottamento al rifugio suggeriamo questo itinerario: Sentiero SAT 402, strada della "pinza": uscendo dal rifugio, si imbocca il sentiero SAT 402, che scende fino a Riva del Garda. Il percorso attraversa prima il paese di Campi e confluisce poi nella vecchia strada della "pinza", una delle antiche vie di comunicazione del Garda Trentino. In prossimità di Riva del Garda, il sentiero passa accanto ai ruderi di San Giovanni e alla chiesetta di Santa Maria Maddalena; giunti al bivio con il sentiero SAT 404 si può decidere di proseguire verso il Bastione per godersi lo splendido panorama sul lago oppure scendere direttamente in centro.

Indicazioni sulla sicurezza

Il percorso, pur non presentando particolari difficoltà tecniche, richiede un buon allenamento ed è riservato a escursionisti esperti , in quanto sono presenti tratti fortemente esposti che richiedono attenzione. Dal tardo autunno a fine primavera è possibile trovare tratti ghiacciati che rendono insidioso il tracciato e richiedono l'uso di attrezzatura adatta. Il percorso corre per un lungo tratto nei pressi della cresta ed in caso di maltempo può essere esposto a fenomeni meteorologici intensi, in particolare in caso di temporale. Si raccomandano calzature e vestiario per escursione in ambiente alpino. 
Il periodo consigliato per l'escursione va da giugno a metà ottobre

 

Safety Tips

  1. Scegli itinerari in funzione delle tue capacità fisiche e tecniche, documentandoti sulla zona da visitare, sulla fruibilità dei sentieri e dotandoti di adeguata carta escursionistica.
  2. Provvedi a un abbigliamento ed equipaggiamento consono all’impegno e alla lunghezza dell’escursione e porta nello zaino l’occorrente per eventuali situazioni di emergenza e un kit di pronto soccorso.
  3. È consigliabile non intraprendere da soli un’escursione in montagna. In ogni caso lascia detto a qualcuno l’itinerario che prevedi percorrere, avvisando del tuo ritorno.
  4. Informati sulle previsioni meteo e osserva costantemente lo sviluppo del tempo.
  5. Nel dubbio torna indietro. A volte è meglio rinunciare piuttosto che trovarsi in difficoltà a causa del maltempo o per essersi cimentati con difficoltà di grado superiore alle proprie forze, capacità, attrezzature.
  6. Evita di uscire inutilmente dal sentiero e di prendere scorciatoie.
  7. Tutti i percorsi elencati si sviluppano in ambiente naturale. Percorrerli significa accettare il rischio della pratica di uno sport nella natura.

Le informazioni contenute in questa scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

Punto di partenza
Riva del Garda - via Monte Oro
Indicazioni

Da Riva del Garda si sale verso il Bastione sul sentiero SAT 404: da qui si ha una bellissima vista sul Garda. Si prosegue imboccando a destra il sentiero SAT 402, fino a incrociare il sentiero SAT 418.  Seguendolo, si sale lungo il versante della montagna con ripide curve e controcurve, immersi nel bosco, fino a giungere nelle vicinanze di Cima Sat. Giunti sul crinale, si prosegue quindi lungo il sentiero SAT 413 che conduce al Rifugio Nino Pernici con continui sali scendi e con punti panoramici sulla zona del tennese, sulla Valle di Ledro e sul Garda .

Mezzi pubblici

I centri principali del Garda Trentino - Riva del Garda, Arco, Torbole sul Garda, Nago - sono collegati da diverse linee bus urbane ed extraurbane, che permettono di raggiungere i punti d'accesso ai percorsi.

Riva del Garda e Torbole sul Garda sono raggiungibili anche con il servizio di navigazione pubblica.

Informazioni aggiornate su orari e tratte.

 

Come arrivare

L'imbocco del sentiero SAT 404 è a Riva del Garda, in via Monte Oro, vicino al parcheggio coperto.

Scopri come raggiungere il Garda Trentino

 

Dove parcheggiare

Parcheggio presso il vecchio ospedale di Riva (Via Rosmini) e l’ex-cimitero (Viale Damiano Chiesa).

Parcheggi a pagamento: Terme Romane (Viale Roma), Vecchia stazione (Largo Medaglie d’Oro), Ex-agraria (Via Lutti), Area ex-Cattoi (Viale Rovereto).

Le escursioni in montagna richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come, ad esempio, un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per un trekking in montagna?

Nello zaino (per un'escursione giornaliera di norma si consiglia un 25/30L) è bene portare:

  • boraccia (1L)
  • snack (per esempio, frutta secca o cioccolato)
  • kit di pronto soccorso
  • giacca antivento
  • una maglia in pile
  • maglietta e calze di ricambio (possibilmente chiusi in un sacchetto di plastica)
  • indossate o almeno portate nello zaino un paio di pantaloni lunghi
  • cappellino
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti
  • fischietto per farsi rintracciare in caso di emergenza

 

Indossate calzature adatte al percorso ed alla stagione. Il piano di calpestio dei sentieri può essere irregolare o sconnesso ed un paio di scarponcini vi proteggerà dalle distorsioni. Un pendio erboso, una placca di roccia o un sentiero ripido, se bagnati, possono diventare pericolosi senza calzature adeguate.

Per finire... non dimenticate la macchina fotografica! Servirà per immortalare l'escursione e gli innumerevoli scorci mozzafiato che il Garda Trentino nasconde ad ogni angolo. Se poi volete condividere con noi i vostri ricordi potete usare l'hashtag #GardaTrentino

Il numero unico di emergenza è 112.

Riva del Garda
Ascensore panoramico Bastione
aperto
chiuso
cultura
Riva del Garda
Bastione
sempre aperto
fortificazione
Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
Lago di Toblino | © Armin Huber, Garda Trentino
Difficile
Valle dei Laghi, Comano
Cammino San Vili - Itinerario basso
Distanza 107,6 km
Durata 35 h 00 min
Dislivello (+) 3.228 m
Dislivello (-) 4.553 m
Stato
aperto
Panorama dal Monte Corno | © Archivio Garda Trentino (ph. Tommaso Prugnola), Garda Trentino
Difficile
Dintorni, Torbole sul Garda - Nago, Arco
GardaTrek - Top Loop 5: Attraverso il fronte
Distanza 12,3 km
Durata 4 h 00 min
Dislivello (+) 0 m
Dislivello (-) 1.797 m
Stato
aperto
Panorama sul lago di Garda lungo il sentiero di cresta | © Archivio APT Garda Trentino (ph. Calzà) , Garda Trentino
Difficile
Torbole sul Garda - Nago, Dintorni, Arco, Ledro, Dro & Drena, Riva del Garda, Tenno
GardaTrek - Top Loop: La corona del Garda Trentino
Distanza 92,5 km
Durata 47 h 00 min
Dislivello (+) 7.956 m
Dislivello (-) 6.297 m
Stato
aperto
Lago di Tenno | © Archivio Garda Trentino (ph. Watchsome), Garda Trentino
Difficile
Riva del Garda, Tenno
GardaTrek - Top Loop 2: Discesa verso il lago di Tenno
Distanza 11,6 km
Durata 5 h 00 min
Dislivello (+) 678 m
Dislivello (-) 1.305 m
Stato
chiuso
Panorama dalla cime del Biaina sul lago di Garda / Garda Trentino | © G.P. Calzà, North Lake Garda Trentino
Difficile
Dro & Drena, Arco, Tenno
GardaTrek - Top Loop 3: Una lunga discesa verso il fiume Sarca
Distanza 20,3 km
Durata 7 h 55 min
Dislivello (+) 1.418 m
Dislivello (-) 2.269 m
Stato
aperto
Vista dal Monte Altissimo | © Archivio Garda Trentino (ph. Watchsome), Garda Trentino
Difficile
Dintorni, Torbole sul Garda - Nago
GardaTrek - Top Loop 6: Nel Giardino d'Europa
Distanza 11,3 km
Durata 7 h 00 min
Dislivello (+) 1.839 m
Dislivello (-) 0 m
Stato
aperto