Logo Garda
Covid 19 Vacanze Sicure per un soggiorno sereno e senza preoccupazioni Scopri di più Chiudi
Top
22. Grande Guerra: Doss Casina e Dosso Alto
Garda Trentino
Aggiungi ai preferiti
Categoria
Difficoltà
Medio
Durata
3:20
Durata in ore
Distanza
7.2
Distanza in km
OSEN
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec
Un itinerario tra i luoghi della memoria della Grande Guerra sulle pendici del monte Baldo, dove hanno combattutto i Futuristi italiani. 

Questa porzione di territorio porta numerose tracce della Grande Guerra. Malga Zures è stato un punto particolarmente delicato del fronte, fortificato dagli austriaci con un articolato sistema di tunnel e oggetto di un assalto italiano particolarmente violento nel 1915 . La posizione fu tenuta dalle truppe imperiali fino alla fine del conflitto, ma gli italiani si posizionarono nelle immediate vicinanze, ovvero a Doss Casina (che divenne il perno principale della prima linea italiana), Doss Remit e Dosso Alto. 

Durante i primi mesi di guerra, a Dos Casina stazionano numerosi rappresentanti del futurismo, appartenenti al Battaglione Volontari Ciclisti e Automobilisti: tra loro, Tommaso Marinetti, Umberto Boccioni, Mario Sironi, Luigi Russolo, Antonio Sant'Elia e Antonio Bucci. Stare al fronte costituisce un'esperienza indelebile, che comunicano nella loro corrispondenza privata e nei diari ma anche nelle poesie rumoriste e nello stesso "Manifesto futurista - l'orgoglio italiano". 

Ulteriori informazioni e link utili
  • Il Gruppo Alpini di Nago da anni lavora per recuperare e valorizzare le numerose testimonianze della Grande Guerra presenti in questa zona. Sul loro sito si possono trovare fotografie e informazioni dettagliate sui percorsi di trekking lungo il fronte, nonché approfondimenti sulle vicende che hanno interessato questi luoghi. 
  • Per ulteriori informazioni su percorsi, servizi (guide, shop, rifugi  ecc...) e alloggi a misura di escursionista:  APT Garda Trentino - Tel. +39 0464 554444 - www.gardatrentino.it

 

Dati percorso
Medio
Lunghezza
7,2 km
Durata
3 h 20 min
Salita
448 m
Discesa
452 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
1.035 m
Punto più basso
679 m
Consiglio dell'autore
Un itinerario lungo il confine tra Regno d'Italia e Impero Austro-Ungarico al tempo della Grande Guerra. 
Indicazioni sulla sicurezza
Le informazioni contenute in questo scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.  
Punto di partenza
Malga Zures - Nago
Indicazioni
Da Malga Zures si sale a Dosso Casina sul sentiero SAT 601 (Sentiero della Pace) passando attraverso trincee, postazioni e casermette del 1914/1918.  Con una breve deviazione dal sentiero principale si raggiungono la cima di Doss Casina (punto panoramico: la postazione italiana era in contatto visivo con i principali punti di difesa austriaci - Brione, Rocchetta, Tombio, Creino, Biaena ) e la piccola chiesetta, costruita dai militari in servizio qui nel 1916. Al bivio si seguono le indicazioni per il sentiero SAT 601C che porta all’insediamento militare delle Garbegne e al cimitero militare di Sasso Sega. Imboccando il sentiero SAT 601B si raggiunge il Dosso Alto, teatro di numerose battaglie. Ritornati sul sentiero principale si rientra a Malga Zures. 
Mezzi pubblici
Malga Zures non è servita da alcun servizio di trasporto pubblico. 
Come arrivare

Come raggiungere il Garda Trentino: www.gardatrentino.it   

Malga Zures si raggiunge da Nago con la strada asfaltata del monte Baldo (ca 10 km)

 

Dove parcheggiare
Parcheggio libero presso Malga Zures

Le escursioni in montagna richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come ad esempio un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per un trekking in montagna?

Nello zaino (per un'escursione giornaliera di norma si consiglia un 25/30L) è bene portare:

  • boraccia (1L)
  • snack (per esempio, frutta secca o cioccolato)
  • kit di pronto soccorso
  • giacca antivento
  • una maglia in pile
  • maglietta e calze di ricambio (possibilmente chiusi in un sacchetto di plastica)
  • indossate o almeno portate nello zaino un paio di pantaloni lunghi
  • cappellino
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti
  • fischietto per farsi rintracciare in caso di emergenza

Numero telefonico in caso di emergenz: 112

Indossate inoltre calzature adatte al percorso ed alla stagione. Il piano di calpestio dei sentieri può essere irregolare o sconnesso ed un paio di scarponcini vi proteggerà dalle distorsioni. Un pendio erboso, una placca di roccia o un sentiero ripido, se bagnati, possono diventare pericolosi senza calzature adeguate.

Per finire...
... non dimenticate la macchina fotografica! Servirà per immortalare l'escursione e gli innumerevoli scorci mozzafiato che il Garda Trentino nasconde ad ogni angolo. Se poi volete condividere con noi i vostri ricordi potete usare l'hashtag #GardaTrentino

Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
Arco, Riva del Garda, Tenno, Garda Trentino
Lunghezza 14,0 km
Durata 5 h 56 min
Salita 424 m
Ledro, Garda Trentino
Lunghezza 17,9 km
Durata 8 h 00 min
Salita 375 m
Arco, Dro, Garda Trentino
Lunghezza 11,1 km
Durata 3 h 08 min
Salita 470 m
Ledro, Riva del Garda, Garda Trentino
Lunghezza 25,4 km
Durata 13 h 45 min
Salita 1.707 m
Arco, Garda Trentino
Lunghezza 5,5 km
Durata 2 h 20 min
Salita 218 m
Arco, Riva del Garda, Garda Trentino
Lunghezza 22,5 km
Durata 9 h 30 min
Salita 636 m