Logo Garda
Top

Via Ferrata Fausto Susatti - Cima Capi (da Ledro)

Ledro
Categoria
Difficoltà
Medio
Durata
5:00
Durata in ore
Distanza
7
Distanza in km
Stato
aperto
OSEN
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec

Ferrata poco difficile e adatta ai principianti, ma che ha molto da offrire anche agli alpinisti più esperti, a cominciare dai panorami mozzafiato!

A ovest la Valle di Ledro con i suoi prati e i suoi paesini. A est il Lago di Garda con il Monte Brione sullo sfondo. Trincee, camminamenti e postazioni militari testimoniano l’importanza strategica della Valle di Ledro e dell’Alto Garda nella Grande Guerra. La forma attuale della chiesetta di San Giovanni in montibus risale al 1985, ma fin dal XVII secolo sullo stesso sito era presente un eremo. 

Ulteriori informazioni e link utili

Affrontare una via ferrata richiede conoscenza della giusta tecnica di progressione e una certa preparazione. Se volete provare per la prima volta questa esperienza o ripassare l'uso del kit da ferrata, vi consigliamo di rivolgervi a una delle nostre guide alpine: Guide alpine – Vie ferrate guidate 

Per ulteriori informazioni su percorsi, attività, eventi e hotel del Garda Trentino: Garda Trentino - +39 0464 554444

 

Dati percorso
Medio
Numero percorso
Lunghezza
7,0 km
Durata
5 h 00 min
Dislivello (+)
520 m
Dislivello (-)
520 m
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
914 m
Punto più basso
399 m
Consiglio dell'autore

Il Bivacco Arcioni, non lontano dalla chiesetta, è sempre aperto a chi voglia riposarsi e rifocillarsi.  Chi invece volesse pernottare può richiedere le chiavi presso l’ufficio turistico di Pieve di Ledro.

Indicazioni sulla sicurezza

Safety Tips

  1. Intraprendi la salita della via ferrata solo in buone condizioni fisiche e in ottima salute
  2. Non intraprendere la salita della via ferrata con condizioni meteorologiche avverse, particolarmente in caso di minaccia di temporale.
  3. Non intraprendere la salita della via ferrata da soli, in caso di incidente nessuno potrà lanciare l’allerta.
  4. Con la presenza di altri escursionisti, vento o pioggia il pericolo di caduta sassi aumenta.
  5. Verifica sempre la percorribilità degli itinerari; in inverno si possono trovare neve e ghiaccio che rendono pericolosa la progressione.
  6. Utilizza adeguate attrezzature e tecniche di assicurazione (casco, imbragatura, set di assicurazione con doppio moschettone a bloccaggio automatico e dissipatore di energia). Indossa il casco già in prossimità della parete in caso di caduta massi.
  7. Durante la progressione aggancia sempre ambedue i moschettoni al cavo di sicurezza; al passaggio degli ancoraggi mantieni sempre almeno un moschettone agganciato al cavo di sicurezza.
  8. Nel tratto di cavo tra due ancoraggi non deve trovarsi più di un escursionista.
  9. Indossa abbigliamento e scarponcini adeguati alla quota, alla stagione e alla lunghezza dell’itinerario e guanti da ferrata.
  10. Nei tratti più facili privi di cavo di sicurezza mantieni alta l’attenzione.
  11. Controlla sempre lo stato delle attrezzature in parete che possono venire danneggiate dagli eventi atmosferici.
  12. Valuta sempre le condizioni di affollamento, delle attrezzature a dimora e del tracciato, la decisione e responsabilità finale sulla percorribilità in sicurezza del tracciato è totalmente di chi intraprende il percorso.

In numero unico di emergenza è 112.

 Le informazioni contenute in questa scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche. 

Punto di partenza
Biacesa
Indicazioni

Dal parcheggioattraversare la SS e proseguire su sentierino verso Via del Dazì e poi salire su Via Cantodori per uscire dal paese verso la campagna. Al bivio tenere la destra e prendere il sentiero SAT 470, da seguire circa 2 km fino all'imbocco della ferrata vera e propria.

All’incrocio tra il sentiero SAT405 e SAT470 salire lungo il filo di crest asuperando un breve salto roccioso grazie a staffe e pioli. Dopo un tratto di sentiero si risale la lama calcarea della Cima Capi con alcuni tratti esposti (2) ,fino a raggiungere un blocco roccioso prominente (3) che obbliga a un breve passo atletico. Dopo una spaccatura, facili roccette portano al sentieroche conduce alla cima.

Dal punto più alto scendere in direzione nord, tratto facile ma in grande esposizione, fino a raggiungere la forcella tra Cima Capi e Cima Rocca. Quindi prendere a sinistra la ferrata Mario Foletti SAT460 cheattraversa la parete meridionale di Cima Rocca e porta al Bivacco Arcioni.Da qui scendere a Biacesa dal ripido sentiero, passando dalla chiesetta di San Giovanni

Mezzi pubblici

La Valle di Ledro è collegata a Riva del Garda dalla linea bus extraurbana 214 (Riva-Valle di Ledro-Storo).

Informazioni aggiornate su orari e tratte.

 

Come arrivare

Autostrada del Brennero A22, uscita Rovereto Sud - Lago di Garda. SS240 della Val di Ledro fino a Biacesa.

Scopri come raggiungere il Garda Trentino

Dove parcheggiare

Parcheggio in Via Giuseppe Cipelli, vicino al campo sportivo.

Le escursioni in montagna richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come, ad esempio, un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per affrontare una via ferrata in sicurezza?

  • zaino per un'escursione giornaliera (di norma si consiglia un 25/30L)
  • consueto abbigliamento tecnico da montagna
  • scarponi con suola vibram o simili
  • set da ferrata
  • imbrago
  • caschetto
  • guanti da ferrata
  • picozza e ramponi (ove necessario)
  • uno spezzone di corda (consigliato)
Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
Sentiero degli Scaloni | © G.P. Calzà, Garda Trentino
Facile
Dro & Drena
Sentiero attrezzato"degli Scaloni" - "delle Cavre" - "dell'Anglone"
Distanza 7,5 km
Durata 4 h 00 min
Dislivello (+) 463 m
Dislivello (-) 462 m
Stato
aperto
Panorama da Cima Rocca | © G.P. Calzà ©APT Garda Trentino , Garda Trentino
Facile
Ledro
Via Ferrata delle Laste e Gallerie di Cima Rocca
Distanza 6,3 km
Durata 4 h 00 min
Dislivello (+) 670 m
Dislivello (-) 670 m
Stato
aperto
Passaggio della Ferrata di Monte Albano, con panorama su Mori | © Ralf Stute - www.via-ferrata.de, Garda Trentino
Difficile
Dintorni
Via Ferrata Ottorino Marangoni - Monte Albano
Distanza 3,6 km
Durata 2 h 40 min
Dislivello (+) 413 m
Dislivello (-) 413 m
Stato
aperto
Ferrata Colodri | © Archivio Garda Trentino (ph. Watchsome), Garda Trentino
Medio
Arco
Via Ferrata Colodri - Colt
Distanza 1,2 km
Durata 1 h 15 min
Dislivello (+) 359 m
Dislivello (-) 74 m
Stato
aperto
Via Ferrata Signora delle Acque | © Giampaolo Calzà ©APT Garda Trentino, Garda Trentino
Difficile
Comano
Via Ferrata Signora delle Acque - Rio Ruzza
Distanza 5,2 km
Durata 3 h 00 min
Dislivello (+) 295 m
Dislivello (-) 295 m
Stato
chiuso
Ferrata Cima Capi | © Archivio Garda Trentino (ph. Watchsome), Garda Trentino
Medio
Riva del Garda, Ledro
Via Ferrata Fausto Susatti - Cima Capi (da Riva del Garda)
Distanza 9,9 km
Durata 6 h 00 min
Dislivello (+) 900 m
Dislivello (-) 900 m
Stato
chiuso