Garda Trentino Logo

Kawai a Ledro 19° edizione

concerti pianistici

  • Prenotabile online
Galleria
Info

Giunto alla 19°edizione, KAWAI A LEDRO è una stagione concertistica estiva di alto profilo nata nel 2004 da un’idea e per la passione e il sostegno generoso di Roberto Furcht, affiancato da Angelo Foletto, e la partecipazione operativa di Giuliano Pellegrini, primo e fedelissimo sostenitore della rassegna. Dal 2017 è guidato da Davide Cabassi.

Dedicato in particolare al pianoforte il festival del Comune di Ledro è patrocinato da Apt Garda Dolomiti e da Kawai Pianoforti Italia Srl grazie all’amicizia e al supporto del suo presidente, Luis Clemente.

KAWAI A LEDRO è un palcoscenico per il mondo solistico internazionale, con un occhio attento ai giovani talenti. Di qui il rapporto privilegiato col Premio Busoni di Bolzano, e la consolidata collaborazione con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. Dal 2018 la programmazione è stata orientata a una proposta più ampia e ‘diffusa’ con appuntamenti legati ai luoghi naturalistici, artistici e ambientali più rappresentativi della Valle di Ledro, e il coinvolgimento dei musicisti locali.

 

Kawai a Ledro
2 agosto

Concerto di apertura, piano recital con Giuseppe Albanese 

R. Schumann: Fantasia Op. 17

Wagner/Liszt: Isoldens Liebestod

Wagner/Rupp: Siegmunds Liebesgesang

F. Liszt: Réminiscences de Norma 

Ingresso: biglietto intero euro 12,00 – ridotto (under 30 e over 65) euro 6,
Tra i più richiesti pianisti della sua generazione, Giuseppe Albanese debutta nel 2014 su etichetta Deutsche Grammophon con un concept album dal titolo "Fantasia", con musiche di Beethoven, Schubert e Schumann.

Segue nel 2015 il suo secondo album DG "Après une lecture de Liszt", interamente dedicato a Franz Liszt; nel 2016 la pubblicazione per Decca Classics della sua registrazione in prima mondiale del brano "Vàltozato - Variazioni" inserita nel box con l'opera omnia di Bartók in 32 CD; nel 2018 i concerti per pianoforte e orchestra nn.1 e 2 e "Malédiction" di Liszt per Universal Music; nel 2020 il suo terzo album DG "Invitation to the dance", con musiche di C.M. von Weber, Delibes, Tchaikovsky, Stravinsky, Debussy e Ravel. Invitato per recital e concerti con orchestra da autorevoli ribalte internazionali quali - tra gli altri – il Metropolitan Museum, la Rockefeller University e la Steinway Hall di New York; l’Auditorium Amijai di Buenos Aires; il Cenart di Mexico City; il Konzerthaus di Berlino; la Laeisz Halle di Amburgo; la Philharmonie di Essen; il Mozarteum di Salisburgo; St. Martin in the Fields e la Steinway Hall di Londra; la Salle Cortot di Parigi; la Filarmonica di San Pietroburgo; la Filharmonia Narodowa di Varsavia; la Filarmonica Slovena di Lubiana; la Gulbenkian di Lisbona. Ha collaborato con direttori del calibro di Christian Arming, John Axelrod, Frederic Chaslin, James Conlon, Martijn Dendievel, Lawrence Foster, Will Humburg, Pietari Inkinen, Alevtina Ioffe, Dmitri Jurowski, Stanislav Kochanovsky, Julian Kovatchev, Alain Lombard, Nicola Luisotti, Othmar Maga, Dmitri Matvienko, Henrik Nanasi, Anton Nanut, Tomas Netopil, Daniel Oren, George Pehlivanian, Donato Renzetti, Alexander Sladkowsky, Hubert Soudant, Pinchas Steinberg, Michel Tabachnik, Jeffrey Tate, Valentin Uryupin, Jurai Valcuha, Jonathan Webb ecc.

È ospite costante di festival internazionali come il Winter Arts Square di Yuri Temirkanov a San Pietroburgo, il Castleton di Lorin Maazel (USA), il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo e il Festival MITO SettembreMusica Milano e Torino,la Biennale Musica di Venezia, il Mittlefest, il Tiroler Festspiele di Erl, il Festival di Colmar, En Blanco y Negro di Mexico City, il Festival di Sintra (Portogallo), il Tongyeong Festival (Corea).

In Italia ha suonato per tutte le più importanti stagioni concertistiche incluse quelle dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia e della RAI di Torino e in tutti i più importanti teatri. Negli ultimi tempi il Mo Albanese si è distinto per essere stato invitato a suonare in tredici Fondazioni Liriche italiane: il Petruzzelli di Bari, il Comunale di Bologna, il Teatro Lirico di Cagliari, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, il Carlo Felice di Genova, il Teatro San Carlo di Napoli, il Massimo di Palermo, il Teatro dell’Opera di Roma, il Verdi di Trieste, la Fenice di Venezia, l’Arena di Verona. Prima di "Fantasia" e "Après une lecture de Liszt", Albanese ha riscosso singolare successo con il CD monografico con musiche di Debussy pubblicato a gennaio 2012 per il mensile Amadeus in occasione dell’anniversario dei 150 anni della nascita del compositore francese. Il suo CD "1900 – Yearbooks of the 20th Century Piano", dedicato all’anno solare 1900 e contenente musiche di Skrjabin, Szymanovski, MacDowell è stato recensito come CD del mese dal mensile Suonare News e 5 stelle sia nel giudizio tecnico che artistico dal mensile Amadeus.

Albanese vince nel 2003 il primo premio al "Vendôme Prize" con una giuria prestigiosa composta da Stephen Bishop-Kovachevic, Elisabeth Leonskaja, Elisabeth Söderström e Christa Ludwig e presieduta da Sir Jeffrey Tate con finali a Londra e Lisbona: un evento definito da Le Figaro "il concorso più prestigioso del mondo attuale". È stato inoltre il vincitore, nel 1997, del "Premio Venezia" assegnatogli all’unanimità da una giuria presieduta dal Mo Roman Vlad e del Premio speciale per la miglior esecuzione dell'opera contemporanea al "Concorso internazionale pianistico Ferruccio Busoni" di Bolzano.

Albanese è laureato in Filosofia col massimo dei voti e la lode con dignità di stampa della tesi sull’Estetica di Liszt nelle "Années de Pèlerinage" ed a soli 25 anni (dal 2005 al 2008) è stato docente a contratto di "Metodologia della comunicazione musicale" presso l’Università di Messina. Attualmente è docente di pianoforte al "Conservatorio Maderna-Lettimi" di Cesena-Rimini.

 

Kawai a Ledro
6 agosto

6 agosto 2024 ore 21 - Centro Culturale di Locca

Ingresso: biglietto intero euro 12,00 – ridotto (under 30 e over 65) euro 6,00

Flamenco Night!
Kawai a ledro 2 - pianoforte Andrés Barrios Navarro
Quejío en la mina (taranta) – Andrés Barrios

Vientos de la marea (tangos) - Andrés Barrios

Ocho caños (seguiriya) - Andrés Barrios

Ecdysis (farruca) - Andrés Barrios

Cuatro muleros (canción popular, arreglo Andrés Barrios)

Meraki (bulerías) - Andrés Barrios

La tarara (canción popular, arreglo Andrés Barrios)

Isbilya (soleá) - Andrés Barrios

El Vito (canción popular, arreglo Andrés Barrios)

Andrés Barrios Navarro è nato a Utrera (Siviglia), luogo emblematico del flamenco, nel 1997. Pianista eclettico e innovativo, presenta il suo flamenco, a flamenco del 21° secolo che accarezza i limiti con altre musiche e stili del mondo. È uno dei maggiori esponenti della sua generazione.

Parallelamente ai loro studi ufficiali e per ampliare i propri orizzonti artistico, approfondisce da autodidatta la musica del flamenco e del jazz, tra gli altri, che finiscono per essere anche il nord del suono del suo pianoforte. E tutto ciò lo contrappone alla sua formazione classica, coltivata fin da giovanissimo, che fa di lui un musicista eclettico e dagli orizzonti musicali molto ampi.

Conclude gli studi superiori di pianoforte presso il Conservatorio di Bonifacio Gil de Badajoz, con il prestigioso pianista Ángel Sanzo, dopo aver ottenuto il Diploma Professionale presso il Conservatorio Francisco Guerrero, Siviglia, dove riceve il Premio Pianistico Honoris Causa di Fine Laurea. I suoi studi musicali I funzionari sono il pianoforte classico, per il quale ha ricevuto lezioni da prestigiosi pianisti come Benedicte Palko, David Kuijken....

Successivamente è andato in Olanda per completare un Master in World Music.

La sua ammirazione per i compositori nazionalisti spagnoli di Albéniz, Turina, Falla, ecc., fanno di lui un musicista eccezionale, capace di unire nelle sue opere tutto ciò che è stato filtrato attraverso il suo setaccio musicale. Ha suonato su grandi palcoscenici e diversi Festival: Festival del Flamenco

di New York, Festival Internazionale del Jazz di Vitoria, Biennale di Flamenco Siviglia, Festival Internazionale di San Javier (Murcia), Teatro Maestranza de Siviglia, Essaouira World Music Festival (Marocco), Teatro Gordon di Dubai, Ciclo Latidos Flamencos de Córdoba, Teatro Badajoz, Festival

Clazzjazz a Madrid, Festival di Flamenco e Fado a Badajoz, Festival del Jazz a

Miranda de Ebro (Mirajazz), Suma Flamenca Joven di Madrid, ecc.

Ha girato molti paesi del mondo per portare la sua musica: Stati Uniti, Brasile, Italia, Germania, Colombia, India, Marocco, Emirati Arabi Uniti...

Nel 2016, a soli 19 anni, pubblica il suo primo album dal vivo “Flamenco vivo".

Nel 2018 ha partecipato al Las Minas International Cante Festival e ha ottenuto il premio Filón come “Miglior strumentista”, grazie alla magistrale interpretazione dei propri argomenti.

Nel novembre 2019 pubblica il suo primo album in studio: AL SUR DEL JAZZ.

Comprende undici canzoni composte dallo stesso Andrés e ha collaborazioni prestigiose come quelle di Arcángel, Rocío Márquez, Sandra Carrasco o Manuel Machado.

Nel 2020 presenta il suo UNIVERSO LORCA alla Biennale di Flamenco di Siviglia, una visione rinnovata e particolare delle canzoni popolari che Federico ha salvato.

Nel 2021 con Juan Pérez Floristán (vincitore del premio pianistico Rubinstein 2021) presenta in anteprima uno spettacolo a due pianoforti al Segura Music Festival con arrangiamenti e composizioni proprie e di grandi autori del '900, ai quali danno loro la loro prospettiva.

Grazie alla sua formazione classica, nel 2023 debutta al Teatro Real di Madrid con l'opera di M. De Falla Notte nei Giardini di Spagna.

Nel novembre 2023 debutta all'Auditorium Nazionale di Madrid rendere omaggio con la sua musica al suo idolo di una vita, Paco de Lucía.

Nel 2024 presenta in anteprima la sua canzone Ecdysis con orchestra all'Auditorium Nazionale di Madrid

Attualmente è immerso in diversi progetti che coprono il composizione e registrazione di nuove canzoni, così come il suo tour in luoghi diversi del mondo (Stati Uniti, Emirati Arabi, Spagna, Brasile, Italia, Germania, Colombia...). Nel 2024 pubblica il nuovo album "De Barrios a Lorca: rapsodia di canzoni popolari", oltre ai singoli "Ecdysis" e "La Colombiana", registrato in Colombia durante il suo tour latinoamericano.

Kawai a Ledro
8 agosto

8 agosto 2024 ore 21 - Piazza San Giovanni Bosco Tiarno di Sotto

Moment for Morricone

Corpo Bandistico Valle di Ledro

*MOMENT FOR MORRICONE*

Marco Isacchini, direttore

A Morricone Portrait 

C’era una volta il West

Playing Love

Western by Morricone

Cinema Paradiso

Deborah’s Theme

The Mission

Giù la testa

Un viaggio attraverso le iconiche colonne sonore del maestro della musica da film.

Fondato nel 1987, il Corpo bandistico Valle di Ledro è una delle realtà più importanti dell’associazionismo culturale ledrense. La compagine musicale è attualmente composta da 45 elementi effettivi, in maggioranza giovani, e da una trentina di allievi in formazione. È tra le bandepiù giovani appartenenti alla Federazione del Trentino, ma raccoglie eredità antiche. La musica non

è mai mancata nella Valle di Ledro, a Molina, Pieve, a Tiarno di Sotto e di Sopra: voci di oltre un secolo fa, poi il silenzio imposto dalle difficoltà del periodo tra le guerre mondiali. La banda però rinasce, unisce la vallata e nel Natale del 1988 esegue il suo primo concerto. I progressi del Corpo Bandistico sono stati veloci: le collaborazioni con le istituzioni di Ledro e con le associazioni le hanno dato modo di diventare punto di riferimento in valle, ma non mancano le uscite sul territorio provinciale, sul territorio nazionale ed europeo. Il Corpo Bandistico è riuscito sempre a coinvolgere e appassionare con un’energia e una qualità sempre crescente. È il quarto anno che partecipa a Kawai a Ledro.

Marco Isacchini

Dopo essersi diplomato in Corno presso il Conservatorio di Santa Cecilia si è perfezionato con vari Maestri tra i quali Guido Corti, Michael Hoeltzl e Alessio Allegrini. Ha collaborato con l'Orchestra del Teatro “alla Scala”, l'Orchestra Regionale del Lazio, l'Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, l'Orchestra Sinfonica di Sanremo, sotto la direzione dei Maestri R. Muti, Y. Ahronovitch, I. Karabtchevsky e M.Rostropovic. Dirige il Corpo Bandistico della Valle di Ledro e la Banda sociale di Dro-Ceniga. Insegna presso la SMAG (Scuola Musicale Alto Garda).

 

 

Kawai a Ledro
11 agosto

11 agosto 2024 ore 6.30 - Spiaggia di Pur

Concerto all'Alba

Kawai a Ledro 3 - duo sax vibrafono Massimiliano Milesi - Gabriele Boggio Ferraris

Concerto all'alba - VERSUS

Gabriele Boggio Ferraris, vibrafono - Massimiliano Milesi, sax

Stompin at the savoy (Benny Goodman)

Reaching for someone and not finding anyone there (Walter Donaldson)

Mood Indigo (Duke Ellington)

Seaward (Massimiliano Milesi)

Say The Truth (Gabriele Boggio Ferraris)

Simurg (Massimiliano Milesi)

Moonlight Serenade (Glen Miller)

Blue Night in Fez (Garrison Fewell)

Bud Powell (Chick Corea)

Louisiana Fairy Tales (Fats Waller)

L’incontro (o lo scontro in inglese versus appunto) tra il sassofono di Milesi ed il vibrafono di Boggio Ferraris, entrambi vincitori dell’edizione 2018 di Nuova Generazione Jazz, dà vita a Versus.

Un inedito duo che con leggerezza, autoironia e disinvoltura spazia dal free jazz più radicale alle ballads della swing era, da composizioni originali e che guardano alla new wave del jazz europeo post-ecm, a complesse esplorazioni metriche delle forme musicali più disparate. VERSUS è il frutto di un’intensa collaborazione tra i due musicisti lombardi, che dopo aver condiviso decine di palchi e militanze in gruppi comuni, hanno deciso di unire le forze per un progetto calzato su misura sulle frizzanti personalità musicali di Milesi e Boggio Ferraris.

Al Vibrafono Gabriele Boggio Ferraris, (26/02/84) uno dei più attivi esponenti del suo strumento in Italia. Diplomatosi con il massimo dei voti al conservatorio Niccolini di Piacenza, si perfeziona sotto la guida di Andrea Dulbecco presso il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Vanta diversi dischi all’attivo e collaborazioni con alcuni dei più noti esponenti del Jazz italiano ed internazionale , tra cui Dave Douglas, Roy Paci, Hindi Zara, Steven Bernstein, Misha Mullov-Abbado, Aldo Mella, Stefano Bagnoli, Riccardo Fioravanti, Massimo Manzi , Stochelo Rosemberg, Ludovic Beier Maurizio Brunod, Danilo Gallo, Enzo Zirilli, Jorge Bosso, e molti altri.

E’ risultato per sette anni consecutivi tra i primi dieci vibrafonisti più apprezzati in Italia dalla rivista JAZZIT, in quest’ultima edizione piazzandosi al quarto posto con 673 voti. Con il suo quartetto ha rappresentato l’Italia al Toronto Jazz Festival 2019. E’ fondatore dell’etichetta indipendente UR Records.

Al sax un vero e proprio astro nascente del jazz italiano, Massimiliano Milesi (15/01/83). Studia presso il conservatorio “Verdi” di Milano sotto la guida di Tino Tracanna, vanta nonostante la giovane età una ricca discografia e collaborazioni con musicisti di fama internazionale come Wayne Horvitz, Ralph Alessi, Markus Stockhausen, Garrison Sewell Dave Douglas e molti altri. Innumerevoli le pubblicazioni discografiche per le principali etichette di Jazz italiano (CAM Jazz, Parco della Musica, Auand)

Fonda insieme a Tino Tracanna il quartetto “Double Cut” con cui pubblica tre album (per UR Records e Parco della Musica) vince numerosi premi (Top Jazz 2020) e intraprende un tour in sei stati dell’Africa. Diverse le partecipazioni a festival Jazz come Bergamo Jazz, Clusone Jazz, Südtirol Jazz Festival e molti altri.

E’ membro organizzativo dell’etichetta UR Records, oltre che direttore artistico del collettivo UR-Kestra.

 

Kawai a Ledro
13 agosto

13 agosto 2024 ore 21 - Centro Culturale di Locca

I Love Rachmaninoff

Kawai a Ledro 4 - pianoforte Tatiana Larionova

Ingresso: biglietto intero euro 12,00 – ridotto (under 30 e over 65) euro 6,00

Sergei Rachmaninov (1873-1943)

Preludio op. 3 n. 2 do diesis minore

10 preludi op. 23

Moments musicaux op. 16 nn. 3, 4, 5, 6

Nata nel 1979, Tatiana Larionova inizia a studiare il pianoforte all’età di cinque anni. Nel 1991 viene ammessa alla Central Music School di Mosca, dove studia con il Professor Yuri Slesarev.

Dopo essersi diplomata con il massimo dei voti entra al Conservatorio di Stato Tchaikovskij di Mosca nella classe di Victor Merzhanov fino al 2004, dove si laurea brillantemente.

Nel 2014 ha conseguito il Master in Pedagogia presso il Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano.

Si è successivamente perfezionata con Stanislav Ioudenitch presso l’International Center for

Music, Park University, Kansas City dove ha vinto una full-Scholarship. Tatiana ha vinto numerosi premi in concorsi internazionali, fra cui International Liszt Piano Competition (Poland 1999), terzo premio al Concorso Internazionale S. Thalberg di Napoli (2004) e secondo premio al “Premio Seiler” International Piano Competition di Palermo (2004), Honorary Mention al Web Concert Hall International Competition (USA,2007), primo premio al Concorso Pianistico Internazionale “Lago di Monate” e primo premio al Concorso Pianistico Internazionale ”Palma d’oro”, terzo premio al Concorso Pianistico Internazionale "Città di Cantù".

Ha partecipato a molti festival pianistici internazionali, fra cui il festival “Col-Legno” di Lucca, il Tirolerfestspiele, Erl, il Forum Pianistico Europeo di Berlino e il “Bodensee-Festival” in Germania. In quest’ultima occasione, il leggendario pianista Shura Cherkassky, presente all’esecuzione, ha affermato di trovarsi di fronte ad un ‘“wunderkind” assoluto’.

Ha suonato nelle sale più importanti di tutta Europa (Russia, Bielorussia, Germania, Polonia, Francia, Austria, Svizzera, Italia ecc.) e negli Stati Uniti. Nel 2001 ha eseguito con grande successo di critica e pubblico in Concerto n. 23 di Mozart nella Sala Bolshoi del Conservatorio di Mosca con l’orchestra del Conservatorio diretta da A. Kaluzhnyi. Nell’Aprile 2009 esordisce con straordinarie acclamazioni nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano per la “Società dei Concerti”, concerto che le frutta il conferimento, da parte del Comune di Milano, del premio “Milano Donna” 2009, dedicato alle donne che, con la loro attività, fanno grande il nome di Milano nel mondo.

Nel Novembre 2009 è uscito, per Limen Music, il suo debutto discografico: un cofanetto cd/dvd contenente musiche di Haydn, Liszt e Rachmaninoff, nel 2015 CD Brilliant Classics SCHUNCKE Piano music e nel 2016 CD Amadeus (download & intervista).

Vive attualmente in Italia, dove suona regolarmente come solista per le più importanti istituzioni, e dove si dedica con passione anche alla musica da camera (duo pianistico con Davide Cabassi, trio con pianoforte, quartetto con percussioni ecc.) e all'insegnamento.

E' direttore artistico della fortunata stagione concertistica internazionale da camera "Primavera di Baggio". Nel 2013 fonda i corsi estivi Kawai a Ledro (junior e senior camp) ed è inoltre docente presso l'Istituto Comprensivo Madre Bucchi e la scuola di Musica “Cluster” di Milano.

I suoi studenti sono regolarmente premiati a concorsi nazionali ed internazionali di categoria.

Kawai a Ledro
23 agosto

23 agosto 2024 ore 21 - Centro Culturale di Locca

Orchestra Haydn e concorso Busoni

Kawai a Ledro 5 - Orchestra Haydn, pianoforte Arsenii Mun, direttore Riccardo Bisatti

Ingresso: biglietto intero euro 15,00 – ridotto (under 30) euro 5,00

Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

Arsenii Mun, pianoforte

Riccardo Bisatti, direttore

L. v. Beethoven, Concerto per pianoforte n. 1 op. 15

F. Mendelssohn, Sinfonia n. 4 op. 97 "Italiana"

L’orchestra si è costituita nel 1960 per iniziativa dei comuni e delle province di Bolzano e di Trento. Dal 2000 la sua sede è l’Auditorium Haydn di Bolzano e dal 2002 ha assunto lo status di Fondazione. Ha uno storico legame con il Concorso Busoni, di cui è partner istituzionale. Attualmente la Haydn ha una stagione sinfonica (con concerti a Bolzano e Trento e occasionali repliche in trasferta), promuove una serie di concerti estivi dislocati principalmente sul territorio regionale.

Campus musicale Kawai a Ledro
30 agosto

30 agosto 2024 ore 15.00 - Rifugio Pernici

Concerto in Altura

Kawai a Ledro 6 - concerto dei partecipanti al Campus Estivo

Campus musicale Kawai a Ledro
3 settembre

3 settembre 2024 ore 21.00 - Centro Culturale di Locca

Concerto di chiusura

Kawai a Ledro 7 - concerto finale del Campus estivo

Info
Prevendita biglietti per i concerti a pagamento online sul sito: www.trentinospettacoli.it **
** prevendita online soggetta a commissione a carico dell’utente
Apertura biglietteria presso il Centro Culturale di Locca:
nei giorni dei concerti, a partire da un’ora prima dell’evento.


info prenotazione/acquisto
Biglietto
6,00 - 15,00 €
Acquista/Prenota
Tutte le date
02.08.2024 21:00 - 23:00 (Durata 02 h 00 min)
06.08.2024 21:00 - 23:00 (Durata 02 h 00 min)
08.08.2024 21:00 - 22:30 (Durata 01 h 30 min)
11.08.2024 06:30 - 08:00 (Durata 01 h 30 min)
13.08.2024 21:00 - 23:00 (Durata 02 h 00 min)
23.08.2024 21:00 - 23:00 (Durata 02 h 00 min)
30.08.2024 15:00 - 16:30 (Durata 01 h 30 min)
03.09.2024 21:00 - 22:30 (Durata 01 h 30 min)
Mappa
Centro Culturale Locca di Concei
Locca di Concei - Via di Carpeà 6
Spiaggia di Pur
Pur - Via Val Maria
Chiesa San Bartolomeo di Tiarno di Sotto
Tiarno di Sotto - Piazza S. Giovanni Bosco 1
Rifugio Pernici
Riva del Garda
Informazioni
Comune di Ledro
Via Vittoria 5 - 38067 Pieve di Ledro
Potrebbe interessarti anche...
Scopri eventi correlati
top
MusicaRivafestival
  • 19.07 - 28.07.2024
  • Riva del Garda - Palazzo San Francesco, Viale della Liberazione 7
  • Prenotabile online
WE ARE HOUSE
  • 25.07 - 26.07.2024
  • Torbole sul Garda - Nago
  • 20:30 - 00:45
  • Prenotabile online
Festa delle 3 arche
  • 20.07 - 28.07.2024
  • Comano - Loc. Terme di Comano 6, Comano - Piazza Mercato 14
Oblivion - Il Castello delle Meraviglie
  • 25.07 2024
  • Arco - Via Castello 10
  • 21:00 - 22:30
  • Prenotabile online
Musica revival anni 70 80 90
  • 26.07 2024
  • Ledro - Piazza Müllheim 1
  • 21:00
Festa di paese a Locca
  • 28.07 2024
  • Ledro
  • 09:30 - 23:45