Logo Garda
Covid 19 Vacanze Sicure per un soggiorno sereno e senza preoccupazioni Scopri di più Chiudi
Top
1804. Monte Guarda
Comano
Aggiungi ai preferiti
Categoria
Difficoltà
Medio
Durata
2:35
Durata in ore
Distanza
14.9
Distanza in km
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec
La parola italiana „borgo“, simile alla tedesca „Burg“, indica un nucleo abitato fortificato, nei pressi e sotto la protezione del signore del castello.

Questo giro comincia proprio in un borgo come questo, uno dei più belli d’Italia: Rango appartiene oggi infatti, a buon diritto, all’Associazione „Borghi più belli d’Italia“. Le belle antiche case contadine sono state restaurate dagli abitanti con amorevole cura. Vale davvero la pena vederlo.

Ma non è l’unica attrazione di questo giro nel Bleggio Superiore - relativamente facile dal punto di vista tecnico e fisicamente poco impegnativo - nella parte alta del Bleggio, paesaggio di pregiate e diversificate coltivazioni, punteggiato di piccoli abitati e conosciuto in Italia per le sue eccellenti noci.

Dopo la partenza da Rango si pedala su uno sterrato moderatamente ripido in direzione Passo Duron e poi leggermente in discesa, sempre con una bella vista sopra la valle di Comano.

Si supera l’incrocio „Trevie“ e, dopo un’altra salita sterrata, si raggiunge il Monte Guarda. Da un grande e inconsueto monumento cristiano, che all’inizio del Novecento fu costruito come meta di processioni, si gode la bella vista dell’intera valle. È con la pesante „Croce Taumaturga“, che si trova nella grande chiesa del paesino di Santa Croce, ogni anno i pellegrini arrivano quì.

Dopo essersi goduta la vista, riprendiamo la stradina sterrata che ci porta avanti, sempre in leggera discesa attraverso il bosco, fino a raggiungere, sopra il paesino di Vergonzo, la terza attrazione: Castel Restor. Questo castello, di cui si ha prima menzione nell’anno 1265, fu distrutto nel quindicesimo secolo, durante la guerra fra Venezia e Milano, e ricostruito dopo la vittoria veneziana – da qui il nome „Restor“, restaurato. Nei secoli successivi andò di nuovo in rovina e nel 2006 fu restaurato per quel che restava delle antiche mura, per proporlo ai visitatori.

Dopo essersi abbondantemente saziati della stupefacente vista dal castello, si torna di nuovo a Rango attraverso i bei paesini tranquilli del Bleggio.

Dati percorso
Medio
Lunghezza
14,9 km
Durata
2 h 35 min
Salita
604 m
Discesa
604 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
998 m
Punto più basso
618 m
Indicazioni sulla sicurezza

CODICE DI COMPORTAMENTO PER UN BIKING SOSTENIBILE

 

  • Pianificate la vostra uscita
  • Condividete i sentieri con gli altri fruitori
  • Date sempre la precedenza agli escursionisti a piedi
  • Controllate la velocità in base alla vostra esperienza
  • Percorrete lentamente i sentieri affollati, sorpassate con cortesia e rispetto
  • Non abbandonate mai i percorsi segnalati, non percorrere sentieri chiusi
  • Evitate i sentieri in caso di fango per non danneggiarli ulteriormente
  • Rispettate la natura, il sentiero, le piante e gli animali
  • Non spaventate gli animali
  • Non abbandonate i rifiuti
  • Rispettate la proprietà pubblica e privata
  • Siate sempre autosufficienti
  • Non viaggiate soli in zone isolate
  • Lasciate impronte leggere e limitatevi a scattare foto come ricordo dell’uscita

 

INDOSSATE SEMPRE IL CASCO!

Suggerimenti tratti dai codici di comportamento NORBA E IMBA.

 

Le informazioni contenute in questo scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

Punto di partenza
Rango

Le escursioni in sella alla vostra bicicletta richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come ad esempio un temporale improvviso o un calo di energia: anche gli imprevisti fanno parte del divertimento!

Ricordati inoltre di valutare bene il tipo di percorso che stai affrontando, le località che prevedi di attraversare e la stagione in corso. Ha piovuto? Attenzione! I sentieri saranno più scivolosi e quindi bisogna essere più cauti.

 

Cosa portare con sè durante un escursione in bicicletta?

 

  • scorta d'acqua adeguata in base al proprio fabbisogno (considerate temperatura, possibilità di rifornimento, durata del percorso)
  • snack (per esempio, frutta secca o barrette)
  • giacca antivento e antipioggia
  • maglia e calze di ricambio
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti da bici
  • mappa o dispositivo gps
  • torcia meglio se da casco o manubrio (un imprevisto o un guasto tecnico possono dilungare i tempi dell'escursione)
  • kit di primo soccorso
  • kit di riparazione bici per rimediare incidenti meccanici
  • fischietto di segnalazione

 

Lasciate sempre detto a qualcuno dove siete diretti e per quanto tempo avete previsto per la vostra escursione.

Infine il numero telefonico in caso di emergenza è il 112.

Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
Riva del Garda
Distanza 5,9 km
Durata 1 h 05 min
Differenza di altezza 243 m
Arco, Comano, Dro & Drena, Riva del Garda, Tenno
Distanza 88,8 km
Durata 8 h 00 min
Differenza di altezza 1.419 m
Arco, Dro & Drena
Distanza 28,9 km
Durata 3 h 20 min
Differenza di altezza 207 m
Valle dei Laghi, Dro & Drena
Distanza 13,8 km
Durata 1 h 45 min
Differenza di altezza 345 m
Tenno, Riva del Garda, Arco
Distanza 29,8 km
Durata 5 h 00 min
Differenza di altezza 957 m
Valle dei Laghi, Dro & Drena
Distanza 7,2 km
Durata 45 min
Differenza di altezza 299 m