Logo Garda
Covid 19 Vacanze Sicure per un soggiorno sereno e senza preoccupazioni Scopri di più Chiudi
Forti di Nago

DATA DI COSTRUZIONE: 1860/1861; l’ordine di costruzione del Ministero della Guerra è del 21 dicembre 1859. I lavori iniziarono il primo giugno 1860 e si conclusero il 5 gennaio 1861. Fu collaudato nel 1861 e nel 1863. L’impresa esecutrice dei lavori fu la ditta Tomasini.
TIPOLOGIA: Prima generazione (scuola “francese”): casamatta non armata di pietra calcarea a vista ben lavorata a scalpello e calce, con buoni risultati anche estetici. Tra le maestranze infatti c’è da segnalare la presenza di tre maestri lapidici di Verona. L’intero complesso è impostato su due piani liberi con due linee di cannoniere sovrapposte: si tratta di un esempio di difesa verticale che risente dei dettami costruttivi della scuola neo-tedesca, unico in Trentino tra i forti di prima generazione.
FUNZIONE: Il Forte superiore era riservato in parte ad alloggio della truppa ed in parte a posto di guardia e controllo accessi; il Forte inferiore o Batteria stradale, più piccolo, serviva da tagliata con un portone che sbarrava la strada.
ARMAMENTI: Nel 1861 il forte superiore era dotato di 6 cannoni da 10 cm, di 4 da 12 cm e di 1 da 15 cm. Quello inferiore era dotato da 2 cannoni da 10 cm. L’opera era coadiuvata dalla Batteria Sagron (1880/81), situata sulle ultime propaggini del Monte Baldo, in posizione dominante il forte stesso, e demolita nel 1900. Nel 1914 il forte venne disarmato ed i cannoni vennero schierati in riva al lago nel parco del sanatorio Hartungen.
STATO ATTUALE: Ottimo: il Forte Superiore (Forte Alto) è stato recentemente restaurato mentre in quello inferiore c’è un ristorante.

Galleria
Informazioni
Forti di Nago
38069 Nago
Mappa
Potrebbe interessarti anche...
Scopri i punti di interesse correlati