Logo Garda
Top
779. Tremalzo Big - Tour
Ledro
Aggiungi ai preferiti
Categoria
Difficoltà
Difficile
Durata
9:00
Durata in ore
Distanza
43.5
Distanza in km
Periodo consigliato
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dec

Chi ama le due ruote e frequenta la Valle di Ledro non può non conoscere il mitico Passo Tremalzo, una meta irrinunciabile per i biker!

Questo percorso ha due anime. La salita verso Tremalzo, una vera e propria scalata su strada asfaltata con pendenza media del 7%, e la discesa, un percorso pieno di emozioni lungo vecchie strade militari tra curve mozzafiato e viste spettacolari sul Lago di Garda. Per completare il tour non c’è niente di meglio di un bel tuffo nel Lago di Ledro!

Ulteriori informazioni e link utili
Dati percorso
Difficile
Lunghezza
43,5 km
Durata
9 h 00 min
Salita
1.720 m
Discesa
1.720 m
Tecnica
Impegno fisico
Paesaggio
Punto più alto
1.833 m
Punto più basso
652 m
Consiglio dell'autore

È possibile percorrere il tour anche nel verso opposto, ovvero in senso orario seguendo i cartelli con la dicitura 779. Tremalzo Big Tour – Clockwise. In questo caso la salita si sviluppa su sterrato e la discesa su asfalto.

Indicazioni sulla sicurezza

ITRS - International Trail Rating System

L’ITRS è una metodologia oggettiva per classificare percorsi e trail dal punto di vista dei biker valutando quattro aspetti:

  • Difficoltà tecnica: livello di abilità necessario
  • Difficoltà fisica: effetto combinato di lunghezza, salita e discesa
  • Wilderness: pianificazione necessaria tenuto conto della ricezione telefonica, delle opzioni di soccorso, dell’approvvigionamento di acqua e della fauna selvatica
  • Esposizione: conseguenze di un’eventuale caduta

Scopri di più sul sistema ITRS e verifica la classificazione di questo itinerario nella galleria fotografica.

 

Safety Tips

  • Indossa sempre il casco.
  • Pianifica la tua uscita.
  • I sentieri sono condivisi con altri fruitori. Dai sempre la precedenza agli escursionisti a piedi.
  • Controlla la velocità in base alla tua esperienza.
  • Percorri lentamente i sentieri affollati, sorpassa con cortesia e rispetto.
  • Non abbandonare mai i percorsi segnalati, non percorrere sentieri chiusi.
  • Evita i sentieri in caso di fango per non danneggiarli ulteriormente.
  • Rispetta la proprietà pubblica e privata.
  • Sii sempre autosufficiente.
  • Non viaggiare solo/a in zone isolate.

Le informazioni contenute in questa scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

Punto di partenza
Pieve di Ledro
Indicazioni

Dal parcheggio nei pressi dell’ufficio turistico a Pieve di Ledro prendiamo Via Imperiale e imbocchiamo la ciclabile della Valle di Ledro, che si snoda tra campi e zone abitate alternando tratti chiusi al traffico e tratti promiscui per circa 7 km. Poco prima di raggiungere la riserva naturale del Lago d’Ampola, quasi al termine della ciclabile, prendiamo la strada sterrata sulla sinistra, una scorciatoia piuttosto ripida per raggiungere la strada provinciale per Tremalzo. Da qui il percorso per Passo Tremalzo è chiaro e si sviluppa interamente su strada asfaltata per circa 15 km.

Chi vuole accorciare il percorso può imboccare le varianti 779a. Caset Rinalt e 779b. Caset Pubregn in corrispondenza del Rifugio Garibaldi e scendere a valle verso Tiarno di Sopra o verso Pieve passando da Bocca Caset. Entrambe le varianti presentano caratteristiche tecniche più impegnative della discesa da Bocca Fortini.

Dal passo proseguiamo lungo la vecchia strada militare della Prima Guerra Mondiale verso la Bocca di Val Marza, superiamo il tunnel e iniziamo la discesa verso il Passo dei Gatùm, il Passo Prà della Rosa e il Passo Nota, caratterizzata dalle curve mozzafiato che sono tra gli highlight di questo percorso. Da Passo Nota il percorso si fa meno ripido e presenta un leggero saliscendi fino a Bocca Fortini. Dalla bocca prendiamo la forestale sulla sinistra e iniziamo la discesa nel bosco, a tratti piuttosto ripida. Ignorando i numerosi bivi lungo il percorso, proseguiamo la discesa per circa 5 km, dopodiché lo sterrato lascia spazio all’asfalto per l’ultimo tratto fino al Lago di Ledro.

Giunti al lago, prendiamo a sinistra e continuiamo a costeggiarlo, dapprima su Via al Lago e poi su Via Val Maria, fino a Pur. Al bivio teniamo la destra, superiamo la spiaggia e proseguiamo su Via Mal Maria. Dopo circa 1 km, in corrispondenza di un tornante, imbocchiamo la pista ciclabile sulla destra, che porta fino al circolo velico di Pieve. Da qui proseguiamo su Via Alzer e alla prima occasione svoltiamo a sinistra per riprendere la ciclabile. Questa si ricongiunge per un breve tratto con Via Alzer per girare poi a sinistra e costeggiare il torrente per 1 km, dopodiché si ricongiunge con Via Imperiale. Svoltiamo a destra per ritornare al punto di partenza.

Mezzi pubblici

La Valle di Ledro è collegata a Riva del Garda dalla linea bus extraurbana 214 (Riva-Valle di Ledro-Storo).

Informazioni aggiornate su orari e tratte.

Come arrivare
Dove parcheggiare

 Parcheggio tra Via Imperiale e Via Nuova a Pieve, in prossimità dell’info point.

Le escursioni in sella alla tua bicicletta richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come, ad esempio, un temporale improvviso o un calo di energia: anche gli imprevisti fanno parte del divertimento!

Ricordati inoltre di valutare bene il tipo di percorso che stai affrontando, le località che prevedi di attraversare e la stagione in corso. Ha piovuto? Attenzione! I sentieri saranno più scivolosi e quindi bisogna essere più cauti.

Cosa portare con sé durante un’escursione in bicicletta?

  • scorta d'acqua adeguata in base al proprio fabbisogno (considerate temperatura, possibilità di rifornimento, durata del percorso)
  • snack (per esempio, frutta secca o barrette)
  • giacca antivento e antipioggia
  • maglia e calze di ricambio
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti da bici
  • mappa o dispositivo gps
  • torcia meglio se da casco o manubrio (un imprevisto o un guasto tecnico possono dilungare i tempi dell'escursione
  • kit di primo soccorso
  • kit di riparazione bici per rimediare incidenti meccanici
  • fischietto di segnalazione

Lascia sempre detto a qualcuno dove sei diretto e quanto tempo hai previsto per la tua escursione.

Il numero unico di emergenza è 112.

Potrebbe interessarti anche...
Scopri i tour correlati
Comano
Distanza 14,7 km
Durata 1 h 30 min
Differenza di altezza 541 m
Stato
aperto
Ledro
Distanza 17,3 km
Durata 3 h 30 min
Differenza di altezza 834 m
Stato
aperto
Arco, Dro & Drena
Distanza 16,5 km
Durata 2 h 34 min
Differenza di altezza 347 m
Stato
aperto
Arco, Dro & Drena, Tenno
Distanza 32,0 km
Durata 6 h 05 min
Differenza di altezza 1.074 m
Stato
aperto
Dro & Drena, Arco
Distanza 27,4 km
Durata 3 h 10 min
Differenza di altezza 192 m
Stato
aperto
Ledro
Distanza 7,9 km
Durata 1 h 00 min
Differenza di altezza 896 m
Stato
aperto