Logo Garda
Covid 19 Vacanze Sicure per un soggiorno sereno e senza preoccupazioni Scopri di più Chiudi
Museo delle Palafitte di Fiavé

Fiavé, con il Museo delle Palafitte e l’area archeologica nota a livello internazionale e inserita nei “siti palafitticoli preistorici dell’arco alpinoPatrimonio dell’Umanità Unesco, costituisce un punto di riferimento eccezionale rilievo per la storia delle più antiche comunità agricole europee. Il Museo racconta le vicende dei diversi abitati palafitticoli succedutisi lungo le sponde del Lago Carera, bacino di origine glaciale, tra tardo Neolitico ed età del Bronzo.
Gli scavi hanno dato alla luce resti di capanne costruite sulla sponda lacustre (3800 - 3600 a.C.), ma anche il secondo il classico modello della palafitta in elevato sull’acqua (1800 – 1500 a.C.). Un’evoluzione di questa tipologia sono le capanne su pali ancorati ad una complessa struttura a reticolo adagiata lungo la sponda e sul fondo del lago (1500-1300 a.C.). Negli ultimi secoli del II millennio a.C. l’abitato si spostò sul vicino Doss Gustinaci, dove sono state rinvenute abitazioni con fondazioni in pietra.
Il museo espone una selezione di oggetti straordinari che suscitano stupore per la loro modernità. Sono migliaia i materiali caduti in acqua, accidentalmente o gettati al tempo delle palafitte, preziose testimonianze di notevoli conoscenze tecniche e costruttive e di abilità artigiana. Si tratta di vasi in ceramica, ma anche di monili in bronzo e – rarissimi all’epoca – in ambra baltica e in oro. Una collezione unica in Europa è quella costituita da circa 300 esemplari di oggetti in legno: stoviglie e utensili da cucina, fra i quali tazze, mestoli, vassoi, strumenti da lavoro come secchi, mazze, falcetti, trapani, manici per ascia, oltre a un arco e alcune frecce. Le particolari condizioni ambientali dei depositi lacustri hanno restituito persino derrate alimentari come spighe di grano, corniole, nocciole, mele e pere.
Un intero piano del museo è dedicato alla ricostruzione della vita quotidiana al tempo delle palafitte: un’esperienza unica che permette di immergersi nell’atmosfera del paesaggio palafitticolo di 3500 anni fa! Oltre al grande plastico che ricostruisce il villaggio “Fiavé 6”, diversi ambienti svelano di volta in volta il lavoro dei contadini e pastori, la vita attorno al focolare domestico, la cucina, la moda, i segreti di metallurghi e cacciatori. Di particolare suggestione sono anche i modellini ricostruttivi, i filmati e gli elementi scenografici che richiamano i pali di supporto delle palafitte.
 

INGRESSO MUSEO 
3,50 euro
Ridotto 2,50 euro
Gratuito fino ai 14 anni e per gruppi e comitive di studenti accompagnati dai loro insegnanti; convenzionato con Garda Guest Card e Museum Pass

INGRESSO MUSEO E PARCO ARCHEO NATURA
7 euro
Ridotto 5 euro
Gratuito fino ai 14 anni e per gruppi e comitive di studenti accompagnati dai loro insegnanti; convenzionato con Trentino Guest Card e Museum Pass
Laboratorio didattico: 5 euro
Visita guidata: 3 euro
Tariffe agevolata per famiglie, attività laboratoriali e visite guidate per gruppi (minimo 15 persone): laboratorio: 5 euro primo biglietto, 3 euro a partire dal secondo biglietto

 

PROGRAMMA ESTATE ALLE PALAFITTE DI FIAVE'

Le palafitte di Fiavé: dal Museo al Parco Archeo Natura alla scoperta del Patrimonio UNESCO

La vivace estate delle palafitte di Fiavé, incluse nel Patrimonio Mondiale UNESCO, prevede un programma settimanale dall’11 luglio al 2 settembre, con proposte giornaliere da lunedì a venerdì, al Museo delle Palafitte nel centro di Fiavé e al Parco Archeo Natura nella riserva naturale. Tantissime le iniziative per immergersi nell’atmosfera del villaggio di 3.500 anni fa e sperimentare in prima persona le attività della vita quotidiana di nostri antenati dell’età del Bronzo che vivevano sulle sponde del lago Carera. Particolarmente coinvolgenti sono i laboratori per famiglie dedicati alla lavorazione dell’argilla e del legno, alla produzione dei latticini, alla conoscenza delle piante ritrovate nelle palafitte e alla loro coltivazione, all’utilizzo dei colori naturali per tingere e dipingere, alla lavorazione delle fibre vegetali e alla tessitura. Per conoscere il lavoro dell’archeologo ogni mercoledì c’è “L’archeologo cercastorie”, mentre il venerdì “Palafitticolo a chi?” propone una visita partecipata sulle tracce degli antichi abitanti delle palafitte. Numerosi anche gli eventi a partire dalla mostra “Sulle palafitte: una storia che continua” con fotografie di Anna Brenna, presso il Museo. Sono in collaborazione con la Pro Loco di Fiavé “I martedì al museo” che prevedono il 12 luglio lo spettacolo “Le fantastiche lezioni del professor Scatoloni” di Nicola Sordo, il 19 luglio la presentazione del libro “No, non avere paura” di Loreta Failoni e Gabriele Biancardi con interventi di Barbara Poggio e Elisa Pisetta. Si terrà il 10 luglio al Parco Archeo Natura “L'albero giusto: fem zicole un evento dimostrativo sulla scultura e la lavorazione del legno in collaborazione con l'Ecomuseo della Judicaria e il gruppo "el bel Bil". Tre gli appuntamenti nell’ambito de “I giorni dell’orso”: il 15 luglio l’incontro “Orso e palafitte. Non solo carne e pelliccia” con Alex Fontana e Nicola Nannini, archeozoologi del MUSE, il 17 luglio la visita partecipata “Uomini e animali” e “A caccia dell’orso” laboratorio per bambini, lettura animata e creazione di alcuni semplici strumenti musicali. Il divertimento è assicurato con gli spettacoli per famiglie “Una capra per amica” a cura di TeatroE il 23 luglio e A tu per tu. Storie di uomini preistorici e di animali fantastici” il 6 agosto con Nicola Sordo che sarà protagonista anche de “Il palafitticolo scalzo. Visita insolita al Museo delle Palafitte” (30 luglio e 18 agosto). Il 27 luglio si terrà “La danza dei diavoletti. 12 opere di Fortunato Depero”, letture per bambini e non solo, tra arte e tradizione del filò con lo scrittore Mauro Neri. Per cimentarsi in prima persona con antiche tecniche e saperi, la rassegna “Ma come facevano a fare?” propone cinque incontri di archeologia dimostrativa e laboratoriale: “La lavorazione dell’osso e della pelle” il 31 luglio con Alfio Tomaselli, “Metallurgia quasi una magia” con dimostrazione di tecniche preistoriche di fusione del bronzo a cura di Archeoworld (7 agosto); “Storie di intrecci e di trame” dedicata ai tessuti e alla tessitura con Tiziana Aste (13 agosto); “Terra, acqua e fuoco: la filiera della ceramica preistorica”(20 agosto) e “Arco e frecce” (21 agosto). Si terrà il 26 agosto la presentazione delle guide “Alfabeto dei sentieri silenziosi” e ”Avventuroso viaggio nelle Valli Giudicarie”, due guide insolite per grandi e piccoli camminatori. È ispirato alle tematiche della pace “Trame di pace”, laboratorio per bambini con letture animate (27 agosto). Non mancheranno le visite guidate partecipate al Parco Archeo Natura con gli archeologi: “Un giorno in palafitta” (17 e 31 luglio, 7, 13, 20 e 21 agosto). Di particolare suggestione il 28 agosto, al Parco Archeo Natura, il concerto del Coro Cima d’Ambiez. Informazioni e iscrizioni presso il Museo tel. 0465 735019 e il Parco 331 1739336.

Periodo d'apertura
aperto

Orari 2022

Dal 12 marzo al 10 aprile: sabato, domenica e festivi ore 13-18

Dal 16 al 25 aprile: tutti i giorni 13-18

Dal 30 aprile al 19 giugno: sabato, domenica, lunedì e festivi ore 13-18

Dal 20 giugno al 31 luglio: tutti i giorni ore 10-18

Agosto: tutti i giorni ore 10-19

Settembre: tutti i giorni ore 10-18

Dal 1 al 23 ottobre: sabato, domenica, lunedì e festivi ore 13-18

Dicembre: sabato, domenica e festivi (escluso il 25 dicembre) ore 13-18

Galleria
Informazioni
Museo delle Palafitte di Fiavé
Via 3 Novembre 53 - 38075 Fiavè
Mappa
Potrebbe interessarti anche...
Scopri i punti di interesse correlati