booking
blog
meteo
webcam
social wall

Tesori Nascosti - Itinerario Dalla Storia alla Natura Incontaminata

Un percorso tra storia e natura che unisce alcuni luoghi radicati nella tradizione locale antica e moderna, a partire dall'antico castello di Drena. Una visita estemporanea alla galleria open air "Drena 3000" ci introduce all'ambiente montano che circonda Drena, dal quale raggiungiamo il famoso castagneto ed infine i prati in altura di Malga Campo.


Partenza: Parcheggio nei pressi del Castello, Drena
Arrivo: Malga Campo, Drena
Lunghezza: 5 km (di cui uno a piedi)
Tempo: 2h (mezza giornata a piedi)
Dislivello: 1000 metri
Note: Solo parzialmente accessibile in sedia a rotelle. Spostamenti in automobile o mountainbike tra i diversi punti d'interesse. La Open Air Gallery è accessibile solo a piedi.

1. Castello di Drena

Castel Drena, nato come avamposto fortificato della famiglia dei Seyano lungo l’antica via romana, diviene proprietà dei Conti d’Arco già nel 1175. Per molti anni tuttavia il castello ed i suoi allodi sono contesi tra le due famiglie, tra potere vescovile e potere imperiale. Dal 1399 il presidio militare (che ospita un ristretto numero di soldati al comando di un capitano) è oggetto di progressivi ampliamenti, culminati nel XVII secolo con il raggiungimento della forma attuale: una cinta muraria vagamente triangolare in grado di racchiudere una sommità collinare di 4200 m2 ed una torre merlata in pietra bugnata alta ben 27 metri. Nel 1703 il Castello è bombardato dal generale francese Vendôme che dà così avvio ad un periodo di lento degrado. A seguito dell'acquisto da parte del Comune (nel 1981) e del restauro, Castel Drena appare ora nel suo “essenziale splendore”, radicandosi perfettamente nel territorio circostante, sagomando e caratterizzando il paesaggio del centro abitato, rispetto al quale rimane inscindibile. Il maniero medievale viene utilizzato come solo sede museale permanente e come affascinante cornice di mostre temporanee e manifestazioni artistiche.

Orari e Prezzi:  www.gardatrentino.it/it/Castel-Drena/

Prossima tappa: dal castello imbocchiamo la strada asfaltata verso il centro di Drena, seguendo poi la segnaletica stradale in direzione Braila. Una decina di minuti circa dopo aver lasciato Drena, raggiungiamo l'Open Air Gallery ed il relativo parcheggio.
2. Open Air Gallery

Un parco dal fascino irripetibile, dove le opere d'arte impreziosiscono ed abbracciano il paesaggio naturale, mimesi creativa della natura e rappresentazione pratica di archetipi e valori leggendari. Da non perdere le incisioni rupestri e numerose sculture disseminate nel bosco, realizzate da artisti locali ed internazioni con diverse tecniche e materiali. Lasciamo la strada e ci addentriamo tra i colossali massi di frana per vivere l'autentico piacere della scoperta. 

Prossima tappa: torniamo al parcheggio e torniamo verso Drena. All'ingresso del paese appena dopo le prime case svoltiamo a destra seguendo la cartellonistica per "La Casina".
3. Parcheggio

Parcheggiamo nei pressi della Calchera nei pressi del ristorante La Casina e proseguiamo a piedi lungo la strada. Anche qui non c'è un percorso di visita predeterminato, per cui esploriamo questa strada e le prossime laterali alla ricerca dei cartelli del "Cammino dei Ricci". 
Una calchera è un forno per la produzione di calce dalla cottura di rocce calcaree, di cui la zona è ricca. Una calchera tradizionale è costruita a modo di botte, parzialmente scavata nel terreno e rivestita di pietre a secco. La cottura durava una settimana, incluso il periodo di raffreddamento, e doveva essere alimentata a legna senza sosta per giorni. 
4. Il Cammino dei Ricci

Uno dei castagneti più importanti del Trentino, caratterizzato da più di 5000 piante secolari, è il punto di raccordo tra montagna e pianura. Un ambiente unico per biodiversità, con un sottosuolo ricco di minerali, genera ad ogni autunno i famosi “maroni”, piccoli tesori preziosi dalle caratteristiche organolettiche ineguagliabili, segno distintivo di Drena tanto da essere stati inseriti nello stemma araldico. All'interno del percorso di visita piccoli e grandi esploratori possono partecipare al gioco interattivo “GIOCARICCI”. 
Il libretto relativo è disponibile sul sito del comune di Drena a questo indirizzo: http://goo.gl/RQW6WS mentre le risposte si trovano sui cartelli nel castagneto!

Prossima tappa: terminata la visita, torniamo al parcheggio e torniamo indietro fino al prossimo bivio, dove proseguiamo lungo la strada asfaltata verso est in direzione di Malga Campo.

Scopri di più scaricando la App Tesori Nascosti del Garda Trentino. 

 
Apprezziamo i Vostri suggerimenti e commenti: info@gardatrentino.it

iscriviti alla nostra

Newsletter
INVIA
BOOKING
  • Nessun costo di prenotazione
  • Offerte esclusive
  • Piattaforma sicura al 100%
  • Prenotazioni +39 0464 554444

Sito ufficiale di Garda Trentino S.p.A. - Azienda per il Turismo:

Riva del Garda (TN) Largo Medaglie d'oro, 5

Tel: +39 (0464) 554444 - Fax: +39 (0464) 025442

E-mail: info@gardatrentino.it

PEC: gardatrentino@pec.gardatrentino.it

Torbole sul Garda - Nago (TN) Lungolago Conca d'oro, 25

Arco (TN) Viale delle Palme, 1

Registro Imprese Trento, C.F. e P. IVA 01855030225

Cap. Soc. € 499.000,00 I.V. - REA N. 182762

Share