booking
blog
meteo
webcam

Tesori Nascosti - Itinerario L'Architetto del Lago

L'architetto Giancarlo Maroni fu uno degli artefici della ricostruzione di Riva dopo la Prima Guerra mondiale. Le sue scelte urbanistiche e gli edifici da lui curati caratterizzano tuttora il volto della città. Un facile itinerario, adatto anche a passeggini e disabili, attraversa il centro di Riva alla ricerca delle tracce lasciate dall'architetto Maroni. 


Partenza: Fraglia Vela, Riva (Via Maroni)
Termine: Fraglia Vela oppure Campo Sportivo (Viale Rovereto)
Lunghezza: 1km
Tempo: 1h
Difficoltà: facile
 

1 La rinascita di Riva

Dopo la Prima Guerra Mondiale la città di Riva del Garda si trova a dover affrontare da un lato il problema della ricostruzione dopo i danni causati dai bombardamenti, dall'altro a dover ridefinire la propria identità turistica da località meridionale dell'impero austro-ungarico a cittadina turistica su un lago di Garda infine del tutto italiano. 
L'architetto Giancarlo Maroni (1893 Arco – 1952 Gardone Riviera) fu uno dei protagonisti della rinascita rivana, firmando ristrutturazioni e nuove edificazioni caratterizzate dal recupero di antichi motivi locali, nuove soluzioni tecniche, e la capacità di inserirsi nel paesaggio gardesano senza distruggerlo ma anzi caratterizzandolo.
Come membro della commissione edilizia cittadina promosse lo sviluppo di Riva verso est, in direzione del monte Brione e della luce, allontanandosi dall'ombra proiettata dalla Rocchetta, una scelta che guidò l'espansione della città per decenni. 
2 Spiaggia degli Olivi e Fraglia Vela

Il complesso balneare rivano, realizzato tra il 1932 ed il 1934, racchiude un'ampia spiaggia all'interno di un semicerchio orientato verso il lago, ai cui estremi sorgono la torre che funge da trampolino e da faro, verso il centro della città, e la Fraglia della Vela verso ovest. L'edificio stesso ha forma ellittica ed era destinato a fare da luogo di ritrovo, danza, lettura. Negli anni '50 e '60 fino agli anni '80 la Spiaggia fu la principale “discoteca” rivana.  L'intero edificio è dominato da una successione di pilastri, che riecheggiano le forme delle “limonaie” gardesane. Rappresenta l'ultimo contributo del Maroni agli spazi pubblici della città.

Curiosità: il nome “Fraglia” per il circolo velico fu suggerito dallo sponsor dello stesso (e presidente ab aeterno), il poeta Gabriele d'Annunzio, da una parola di origini veneziane col significato di “fratellanza”.  In origine veniva usato in Veneto e nei territori della Repubblica di Venezia per le corporazioni di arti e mestieri.

3 Casa Armani

Si tratta di una ristrutturazione di un precedente edificio danneggiato nella guerra. Il Maroni ingloba i pilastri delle recinzione originaria del giardino sulla nuova facciata dell'edificio. Al primo piano realizza una terrazza delimitata da finestre ad arco. Come anche in altri suoi restauri (Nr 4), l'architetto recupera elementi architettonici preesistenti per dare movimento e carattere alla nuova facciata dell'edificio.

[...]6 Centrale Idroelettrica


La costruzione della centrale idroelettrica del Ponale (1925-1930) coinvolge Maroni, all'epoca già architetto del Vittoriale di Gabriele d'Annunzio, nel design di una struttura monumentale fortemente vincolata dalla propria funzione, in cui ampi spazi servono ad ospitare macchinari di ingenti dimensioni, dalle turbine ai trasformatori.
La collocazione dei cinque corpi di fabbricato su diversi livelli ed altezze, e l'ampio uso di archi, finestre, oculi e lunette movimentano il complesso e lo rendono gradevole alla vista nonostante le dimensioni. La facciata principale è completata dalla statua del “genio delle acque” (“numen aquarum”) dello scultore rivano Silvio Zaniboni.

Scopri di più scaricando la App Tesori Nascosti del Garda Trentino. 

 
Apprezziamo i Vostri suggerimenti e commenti: info@gardatrentino.it

iscriviti alla nostra

Newsletter
INVIA

Ti potrebbe interessare anche ...

BOOKING
  • Nessun costo di prenotazione
  • Offerte esclusive
  • Piattaforma sicura al 100%
  • Prenotazioni +39 0464 554444

Sito ufficiale di Garda Trentino S.p.A. - Azienda per il Turismo:

Riva del Garda (TN) Largo Medaglie d'oro, 5

Tel: +39 (0464) 554444 - Fax: +39 (0464) 025442

E-mail: info@gardatrentino.it

PEC: gardatrentino@pec.gardatrentino.it

Torbole sul Garda - Nago (TN) Lungolago Conca d'oro, 25

Arco (TN) Viale delle Palme, 1

Registro Imprese Trento, C.F. e P. IVA 01855030225

Cap. Soc. € 499.000,00 I.V. - REA N. 182762

Share