Logo Garda
Covid 19 Vacanze Sicure per un soggiorno sereno e senza preoccupazioni Scopri di più Chiudi
Dro
TRA NATURA E CULTURA

Dro: tre lettere, tante sfaccettature

Un mix di natura, storia e cultura

Nel Garda Trentino, incastonato tra il Lago di Garda, il Lago di Cavedine e il Lago Toblino, si trova uno dei più antichi comuni della Valle della Sarca: Dro.

Porte storiche scolpite nella pietra, torri, archi e curiosi vicoli dall’aspetto irregolare testimoniano la lunga storia di questo paesino ricco di attrazioni culturali e architettoniche. Particolarmente interessanti sono la chiesa sconsacrata dei Santi Sisinio, Martirio e Alessandro, la Torre Guaita nella frazione di Pietramurata, il ponte romano di Ceniga e la Chiesa di Sant’Abbondio, dove ogni anno dal 1630 si rinnova il solenne voto fatto dagli abitanti, grati di essere scampati alla peste. Attorno a Dro è la natura a caratterizzare il paesaggio, con verdi distese di frutteti e vigneti. A proposito, è qui che crescono le susine di Dro, una succulenta bontà a Denominazione di Origine Protetta, e le uve dell’aromatico Vino Santo tipicamente Trentino.

Dro è un palcoscenico per l’arte. La storica centrale idroelettrica di Fies, un edificio in stile asburgico costruito nel 1911, è stata convertita in un centro di residenza e produzione di arte contemporanea che ospita il Festival Drodesera, un laboratorio sperimentale e diverse altre manifestazioni di fama internazionale. È così che questo piccolo paese del Garda Trentino si è trasformato in una destinazione dai mille volti, in grado di conquistare tutti con un perfetto mix di natura, storia e cultura.

01 03
Alloggi
Ristoranti
Marocche, paesaggio lunare | © Archivio Garda Trentino - Daniele Lira, North Lake Garda Trentino
Da non perdere